sabato 3 novembre 2012

Oggi !

SABATO DELLA PRIMA SETTIMANA DOPO LA DEDICAZIONE


Questa mattina le letture mi hanno particolarmente colpito. Nella prima lettura ( Dt 26, 16-19) risuonava più volte la parola “oggi”: “Oggi il Signore, tuo Dio ti comanda di mettere in pratica queste leggi e queste norme”.
Ma quali “norme” proprio oggi devo mettere in pratica? La seconda lettura ( Rm 12, 1-3) mi dava una risposta:
“Vi esorto a offrire i vostri corpi  come sacrificio vivente, santo e gradito a Dio: è questo il vostro culto spirituale”.
Ma concretamente cosa significa "offrire il proprio corpo"?
Il vangelo ( Mt 16, 24-27) allora chiudeva il cerchio: “ Chi vuole salvare la propria vita la perderà ma chi perderà la propria vita per causa mia  la troverà”.
Non si tratta di morire martire, di rinnegare le cose belle che riempiono la nostra esistenza, di negarci la gioia, di pretendere da noi l’impossibile, di esaurirci per il troppo fare o dare. Si tratta però di decidere di usare tutte le nostre forze, energie, buone idee, sentimenti, il nostro “corpo” insomma, per servire Dio nel prossimo.
In altri termini OGGI dobbiamo capire che vivere “al risparmio”, in continua “protezione egoistica” di noi stessi non è la via della pace. OGGI  è il tempo per comprendere che la nostra vita ci è stata donata per essere spesa nel fare il bene.  
OGGI, non domani.

Nessun commento:

Posta un commento